Piscine naturali di Banaderos a Gran Canaria
Piscine naturali di Banaderos a Gran Canaria
Cosa vedere

Escursioni nella natura di Gran Canaria

Un viaggio attraverso il Güigüí, il Vulcano Bandama, la valle di Agaete, il Roque Nublo, la pineta di Tamadaba e il dirupo di Guayadeque. Una guida ai luoghi naturalistici più belli e suggestivi dell'Isola di Gran Canaria

A Gran Canaria si incontra tutta la complessità della natura del pianeta. E' questa, infatti, la caratteristica che, più di tutte, spinge ogni anno visitatori da ogni parte del mondo a godere di questi scenari più unici che rari, in una combinazione degna del miglior artista. Inoltre, il clima sempre favorevole, più caldo a sud, più fresco a nord, ha reso l'isola di Gran Canaria uno spettacolo che merita di essere ammirato almeno una volta nella vita. Questo angolo di terra immerso nell'oceano atlantico ha più di 14 milioni di anni, e deriva da ripetute e violente eruzioni vulcaniche, che permisero l'emersione dalle acque di un enorme cono circolare, sviluppatosi poi nell'attuale isola di Gran Canaria.

I luoghi naturalistici da non perdere a Gran Canaria

La pineta di Tamadaba

Il massiccio di Tamadaba racchiude in sé ecosistemi diversi e flora e fauna uniche al mondo nel loro genere. Regine incontrastate della riserva sono le pinete di Tirma e Tamadaba, perfettamente preservate e suggestive. Per potervi passeggiare occorre partire in macchina dalla vicina località di Artenara e prendere la biforcazione sulla destra al km 8 (strada GC216), per poter aggirare la pineta. Circa quattro chilometri più giù, si dovrà girare a destra verso il campeggio. Proseguendo fino alla fine della strada asfaltata, bisognerà lasciare l'auto e proseguire a piedi finchè non si raggiunge una zona pianeggiante. E' questa la Pineta di Tamadaba, su di un altipiano a circa 1.300 metri con altissimi dirupi a picco sul mare, una tra le meglio conservate e quella da cui si può godere di uno scenario sorprendente. Avvicinandosi al dirupo, si può ammirare lo scenario meraviglioso del Risco Faneque e dell'isola di Tenerife. Se proseguite per circa cento metri in direzione nord lungo il bordo del dirupo, giungerete alla sua estremità, e potrete sentire i brividi dell'avere il mare a più di mille metri sotto i vostri piedi.

Vulcano Bandama

Il vulcano Bandama è uno dei più conosciuti dell'isola, alto 574 metri e con un'enorme depressione di 1.200 metri di diametro e 220 metri di profondità. Le dimensioni enormi di questa caldera, risultato di una violenta esplosione, la rendono tra le più grandi al mondo. Il Vulcano sorge a soli 12 km da Las Palmas de Gran Canaria, dalla quale può essere facilmente raggiunto con la linea 39 dei pullman che partono dall'autostazione. Qualora ci si sposti in auto, basterà prendere la C-811, detta "statale del centro", fino alla deviazione al km 10. Tre chilometri dopo, si giunge alla cima del vulcano, dalla quale è possibile ammirare la spettacolare vista della caldera e della zona centrale dell'isola. Si può scendere verso il fondo della caldera, seguendo un sentiero che parte dalla sinistra della cappella del casolare posizionato sul bordo della stessa: sul fondo si può osservare il vecchio torchio con cui in passato si produceva il vino malvasia. Altrimenti, si può decidere di percorrerne il bordo, avviandosi dalla parte posteriore del piccolo albergo del campo da golf, per poter individuare il sentiero che delimita il bordo delle pareti del cratere.

Itinerario lungo la valle di Agaete e il dirupo di Guayadeque

Due dei più bei dirupi di Gran Canaria possono ammirarsi nelle città di Agaete e Guayadeque. Trovandosi in luoghi diversi dell'isola, anche la varietà della vegetazione e la concentrazione della popolazione presentano differenze. La valle di Agaete sorge nell'omonima cittadina, nella parte nord occidentale di Gran Canaria, e si estende verso l'entroterra. Qui il passaggio dall'aridità della costa alla rigogliosità dei frutteti tropicali, alle pinete, avviene in modo repentino, senza preavvisi, producendo un effetto mozzafiato. La sua estensione termina presso le terme di Los Berrazales, dalle quali è possibile ammirare il caratteristico panorama dei macigni di Tamadaba. L'altro dirupo, quello di Guayadeque, si estende lungo Agüimes, comune ad est dell'isola, noto per la sua antica tradizione artigianale. Da qui, prendendo un bivio, si giunge al letto incanalato del dirupo. La vegetazione in questa valle è fondamentalmente xerofita, e si incontrano molte grotte, lasciate in eredità dagli aborigeni preispanici, che erano soliti soggiornarvi all'interno.

Diga di Las Niñas

Se cercate il contatto diretto con la natura e desiderate trascorrere una giornata immersi nel verde, la diga di Las Niñas farà al caso vostro. Situata nell'entroterra di Gran Canaria, si tratta di un lago artificiale dotato di tutto il necessario per godersi al meglio l'aria pura tra i pini canari, con barbecue e tavolini, ma anche una zona per il parcheggio, servizi pubblici ed un'area attrezzata per il campeggio. Grazie ai diversi sentieri percorribili, la diga di Las Niñas e tutti i suoi dintorni possono essere ammirati da prospettive sempre diverse. Tante sono le leggende che attraversano questi luoghi, avvolti da un alone di mistero: ad esempio, uno dei suoi pini ha oltre 400 anni ed ai suoi piedi si è consumata la drammatica storia di una giovane donna morta nelle fiamme. In particolare, questo pino è sopravvissuto a vari incendi nella sua vita secolare e presenta uno slancio rilevante, che lo fa spiccare nel paesaggio mozzafiato della diga.

Roque Nublo

I macigni sono, forse, gli elementi più caratteristici del paesaggio di Gran Canaria: enormi blocchi di roccia vulcanica che si stagliano sulle cime locali conferendo al tutto una bellezza davvero singolare. I più noti sono il "Roque Nublo" e "Bentaiga". L'escursione a piedi al Nublo ha inizio presso il valico Degollada de la Goleta (1.578 metri di altitudine) raggiungibile in macchina: due chilometri prima di arrivare al centro abitato di Ayacata (venendo da nord) si dovrà andare alla ricerca del punto in cui la strada scende bruscamente e da cui, sulla destra, si potrà ammirare il Nublo. Parcheggiata l'automobile, si salirà verso ovest lungo il sentiero centrale, ben segnato, che si dirige direttamente verso la mole del macigno, visibile in lontananza. Nel giro di cinquanta minuti si arriverà senza alcuna difficoltà alla base del Nublo, da cui si innalza una parete di cinquanta metri - superabile soltanto in scalata - che raggiunge i 1.830 metri. Le vedute della caldera de Tejeda sono davvero spettacolari. Chi non disponesse di un mezzo, potrà partire da La Culata de Tejeda, a 1.225 metri di altezza (linea 29 dell'autobus dall'autostazione di Las Palmas de Gran Canaria), e da lì proseguire lungo il letto dell'avvallamento sino alla Degollada de la Goleta, seguendo un sentiero ben segnato. In questo caso, l'escursione durerà circa cinquanta minuti in più, sia all'andata che al ritorno, a causa del prolungamento.
Roque Nublo - Gran CanariaRoque Nublo - Gran CanariaRoque Nublo - Gran CanariaRoque Nublo - Gran Canaria

Parco Rurale del Nublo

Il Parco Rurale del Nublo si estende sul versante ovest dell'isola per circa 26.000 ettari, con una costellazione di 30 piccoli villaggi nei suoi dintorni, e vanta il riconoscimento di Riserva della Biosfera dell'Unesco. Al suo interno accoglie il simbolo più importante dell'isola, il monolite vulcanico Roque Nublo, caratteristica che dona a quest'area naturale, la più estesa dell'isola di Gran Canaria, un valore culturale aggiunto. Il parco è popolato da boschi di pino canario nella parte montuosa, mentre allo sbocco dei suoi dirupi si incontrano piante autoctone desertiche. Questa meraviglia naturale, così come le sue spiagge di Veneguera, le sue zone pic-nic di Llanos de la Pez, le aree di campeggio di Presas de Las Niñas, il belvedere di Roque Bentayga, le diverse proprietà private rurali e la bellissima cittadina di Artenara, sono facilmente raggiungibili da diverse strade a nord e ad ovest dell'isola. E' possibile raggiungere la base del Roque Nublo, ed i turisti potranno assaggiare il tipico dolce bienmesabe a Tejeda, nonché immortalare la meraviglia dei grandi bacini. Nel centro di accoglienza del Roque Nublo verrete consigliati sul miglior percorso da scegliere in base alle vostre esigenze, come ad esempio il sentiero che conduce alla spiaggia selvaggia di Güi Güi.

Belvedere del picco di Las Nieves

Gustatevi l'atmosfera di Gran Canaria nella sua essenza più pura, conquistando il punto più alto dell'isola: stiamo parlando del picco de Las Nieves, che si sviluppa per 1.949 metri di altitudine nel centro di Gran Canaria. Da qui è possibile ammirare una buona parte della Riserva della Biosfera dell'Unesco, tra alberi ridenti, gole profonde e vulcani dalle forme irregolari e misteriose. E' uno spettacolo che vale la pena di essere goduto, e per raggiungerlo potrete utilizzare l'auto o prendere l'autobus fino alla cima di Las Nieves. Il belvedere sorge accanto al parcheggio, sotto forma di un semplicissimo semicerchio in pietra orientato a ponente: da qui potrete rilassarvi alla vista di un tramonto meraviglioso. Anche nei giorni nuvolosi, il belvedere del picco di Las Nieves offre panorami invidiabili, poiché potrete vedere Gran Canaria o Tenerife galleggiare in un oceano di nubi.

Belvedere della Degollada de las Yeguas

Nella parte sud dell'isola di Gran Canaria potrete lasciarvi stupire dalla vista offerta dal belvedere della Degollada de las Yeguas. Al vostro sguardo si aprirà un canyon lungo 15 chilometri, il burrone di Fataga, con il suo percorso impervio, largo e profondo, tra pendii dalle curve accennate che terminano all'improvviso su scogliere ripidissime. L'area è ricoperta nella sua interezza dalla tipica vegetazione desertica ed il tutto è accompagnato dal meraviglioso sfondo offerto dal mare. Lo spettacolo finale che si apre alla vista è di quelli mozzafiato, dai colori suggestivi e dalle dimensioni imponenti.

Güigüí

Sulla costa occidentale dell'isola sorge il rilievo montuoso Güigüí, un simbolo particolarmente speciale per gli abitanti di Gran Canaria, che conserva intatte le sue caratteristiche originarie, grazie alla sua orografia particolarmente sconnessa. Oggi si erge come un simbolo della volontà di preservare la natura selvaggia dell'isola, elevandosi su due belle spiagge sabbiose estese lungo la costa. Il Güigüí si presenta come una zona dall'accessibilità limitata, con al suo interno una vegetazione semi desertica.

Il giardino botanico Viera y Clavijo

Il giardino accoglie piante endemiche della regione botanica del Quaternario, ossia Azzorre, Madeira e Cabo Verde, che vedono nelle Canarie la loro rappresentazione più rigogliosa. La particolarità di tale giardino, dotato di un'estensione notevole, è che si arrampica lungo le pareti di un dirupo, ragione che l'ha reso particolarmente interessante da un punto di vista scientifico. Per raggiungerlo, bisognerà percorrere la statale C-811 che, a sette chilometri da Las Palmas de Gran Canaria, ne indica la direzione tra un boschetto di palme.

Esplorare l'isola di Gran Canaria

L'isola può essere scoperta sia in auto che a piedi, senza il minimo rischio di poter incontrare insetti o serpenti pericolosi sul proprio cammino, dato che ne è assolutamente priva. A tale scopo, sono stati recentemente ristrutturati alcuni sentieri che mettono in comunicazione i vari villaggi dell'isola, per permetterne l'attraversamento agli appassionati di trekking. Per chi volesse avventurarsi nelle zone più interne del territorio, l'impressione sarà quella di imbattersi in spazi inesplorati e privi di vita, dato che la quasi totalità della popolazione autoctona, più del 90%, si è stabilita sugli spazi costieri, nonostante costituiscano solo il 30% del territorio. L'entroterra, isolato dalle numerose montagne, si caratterizza di gole e dislivelli notevoli.
27 fotoGran Canaria, continente in miniatura
Gran Canaria BanaderosGran Canaria parco naturale de PilanconesGran Canaria strada da Puerto de Las Neves a La Aldea de San NicolasGran Canaria strada di montagnaGran Canaria vegetazione tra le dune di MaspalomasGran Canaria Villaggio di TejedaGran Canaria vista montagneGran Canaria MaspalomasGran Canaria playa de  MelonerasGran Canaria montagne tra Maspalomas e San Bartolomé de TirajanaGran Canaria park in Puerto de las NievesGran Canaria Lagarto CanarioGran Canaria strada da Agaete a La Aldea de San NicolasGran Canaria piscine naturali di BanaderosGran Canaria valleGran Canaria villaggio di FatagaGran Canaria Chiusa de AldeaGran Canaria costa ovestGran Canaria costa ovestGran Canaria Villaggio di ArtenaraGran CanariaGran Canaria Area di ArtemaraGran Canaria BanaderosGran Canaria Barranco de GuayadequeGran Canaria Barranco de GuayadequeGran Canaria Barranco de Santa BrigidaGran Canaria piscine naturali sulla costa
  • Natura
  • Attività
  • Escursioni
 Prenota hotel a Gran Canaria

Hotel, appartamenti, ville, resort e villaggi turistici a Gran Canaria: cerca tra i miglior alloggi a Gran Canaria. Miglior prezzo garantito!

Prenota ora
 
Cosa vedere a Gran Canaria

Cosa vedere a Gran Canaria

Città da visitare, luoghi da non perdere e suggestioni di viaggio per scroprire l'isola di Gran Canaria

Cosa vedere
Località e zone turistiche di Gran Canaria Località e zone turistiche di Gran Canaria Puerto Rico, Maspalomas, Playa del Inglés, San Agustín e Mogán sono le più note destinazioni di Gran Canaria
Cosa vedere a Gran Canaria in tre giorni Cosa vedere a Gran Canaria in tre giorni Un programma itinerario di tre giorni per scoprire l'isola di Gran Canaria, da Las Palmas alle dune di Maspalomas
Itinerari a Gran Canaria Itinerari a Gran Canaria Itinerari turistici a Gran Canaria Percorsi per scoprire l'isola di Gran Canaria: da nord a sud
Altri contenuti a tema
Las Palmas Card Las Palmas Card Una carta vi permette di accedere a 20 attrazioni a Las Palmas de Gran Canaria
Immersioni subacquee a Gran Canaria Immersioni subacquee a Gran Canaria Le Isole Canarie sono il paradiso dei sub per le loro calde acque limpide, che permettono la visibilità oltre i 30 metri
Le dune di Maspalomas Le dune di Maspalomas La bellissima Riserva Naturale di Maspalomas, nel sud di Gran Canaria
SPA e talassoterapia a Gran Canaria SPA e talassoterapia a Gran Canaria Sull'isola di Gran Canaria tanti centri termali ben attrezzati e adatti a tutte le tasche
Vita notturna a Gran Canaria e Maspalomas Vita notturna a Gran Canaria e Maspalomas A Gran Canaria la vita inizia di notte e si prolunga fino all'alba
Safari in cammello a Gran Canaria Safari in cammello a Gran Canaria Presso il Camel Safari Park di Fataga o tra le dune di Maspalomas
Parchi a tema a Gran Canaria e Maspalomas Parchi a tema a Gran Canaria e Maspalomas Tanto divertimento a tema per tutta la famiglia: dai luna park ai parchi acquatici
Shopping e duty-free a Gran Canaria Shopping e duty-free a Gran Canaria Tra negozietti d'artigianato, boutique di firme importanti, profumerie, negozi sportivi, è molto semplice fare shopping a Gran Canaria
 Cerca voli per l'isola di Gran Canaria

Confronta le tariffe di volo da numerose compagnie aree e trova il tuo volo ideale per il viaggio a Gran Canaria e Maspalomas

Cerca voli
 
  • Miglior Prezzo Garantito
  • Prenota ora, paga più tardi!
 Cerca voli per l'isola di Gran Canaria

Confronta le tariffe di volo da numerose compagnie aree e trova il tuo volo ideale per il viaggio a Gran Canaria e Maspalomas

Cerca voli
 
© 2001-2017 GoCity. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il nostro permesso scritto. GoCity, GO e Viva sono marchi registrati.